Oggi puntiamo i riflettori sul guacamole, la salsa messicana a base di avocado che all’occorrenza diventa una magnifica crema  verde spalmabile per panini vegetariani, vegani, ma anche con carne o crostacei, oltre che una preparazione in cui intingere triangoli di mais, fettine di pane tostato (ideale anche in questo caso la pita)  o ortaggi in preparazione da pinzimonio.

Dopo  aver visto il successo di clic della ricetta dell’hummus che ho postato qualche giorno fa, mi sono resa conto di non aver mai scritto su queste pagine del guacamole, che è un must per la pappa da pausa pranzo portata da casa. E lo è per tre motivi: il primo è il suo sapore, delizioso, che lo rende una base versatile per mille accompagnamenti;  il secondo è che il suo ingrediente base, l’avocado, fa non bene ma  benissimo alla nostra salute; il terzo (non meno importante dei precedenti) è che si prepara in un attimo.  E come ben sai, la velocità di preparazione dei piatti da portare sul posto di lavoro o di studio è una delle regole che stanno alla base della mia filosofia da schiscetta.

Per preparare il guacamole secondo la ricetta originale devi avere a disposizione degli avocado ben maturi (per capire se sono maturi al punto giusto devi stringere con delicatezza i frutti nel palmo della mano e sentire se sono cedevoli, se risultano duri vuol dire che sono ancora acerbi), ormai li trovi con facilità in qualsiasi supermercato. Personalmente preferisco i piccoli avocado dalla buccia scura rugosa, ma vanno benissimo anche quelli verdi. Poi devi procurarti un lime (se non lo trovi, pazienza, puoi usare un limone), un  pomodoro non troppo maturo, una cipollina o uno scalogno e del coriandolo fresco. Di quest’erba aromatica, che non si trova con facilità, puoi fare anche a meno (io, comunque, la coltivo in vaso per averlo sempre a portata di mano, adoro il suo profumo particolare).

Hai tutto a portata di mano?

 

Guacamole

Preparazione 10 minuti

Cottura:-

 

Ingredienti per una porzione molto abbondante

1 avocado piuttosto grosso (o 2 piccoli)

1 cipollina (o uno scalogno)

un pomodoro di media misura

il succo di mezzo lime (o mezzo limone)

un cucchiaio di coriandolo fresco tritato (facoltativo)

sale

 

Lava il pomodoro, asciugalo, dividilo in quattro parti, elimina i semi e la parte gelatinosa all’interno e poi riducilo a pezzettini. Sbuccia la cipolla, lavala, asciugala e trita anch’essa finemente. Versa questi due ingredienti in una ciotola.

Dividi in due  l’avocado, elimina il nocciolo,  e con un cucchiaio ricava la polpa che aggiungerai agli ingredienti nella ciotola insieme al succo di lime, il coriandolo e una presa di sale. Schiaccia la polpa dell’avocado con una forchetta fino a quando non otterai una crema omogenea. Per velocizzare il tutto puoi usare un frullatore ad immersione.

Puoi utilizzare il guacamole come base cremosa per un panino, aggiungendo, per esempio, fettine di pomodoro e foglie di insalata, o fette di pollo o tacchino grigliato e fette di pomodori, o una manciata di germogli alfa alfa e fettine di pomodoro.

Puoi conservare il guacamole pronto in frigorifero, protetto dall’apposita pellicola, per un paio di giorni.

guacamole in ciotola blu di ceramica

Guacamole (fonte foto Pixabay)